V CAPITOLO DI PACE

Sabato 17 giugno 2017 in Seborga si è svolto il V Capitolo di Pace convocato dall’OSSCBS, al quale hanno preso parte diversi Ordini Cavallereschi che ne condividono, con l’OSSCBS, i principi.In occasione dello svolgimento del V Capitolo di Pace si è celebrata la cerimonia di ufficializzazione della sottoscrizione degli Accordi di Cooperazione e di Reciprocità tra l’Ordo Sancti Sepulchri dei Cavalieri Bianchi di Seborga e l’Ordre Souverain des Chevaliers Hugues de Payns.
Un sodalizio importantissimo al quale si è giunti a seguito di trattative e una lunga attività epistolare iniziata nell’anno 2016 e protrattasi fino al mese di febbraio 2017.
Nei successivi incontri svoltisi prima presso la sede dell’Ordine a Bergamo, e successivamente presso la sede dello stesso a Seborga, sono stati fatti degli accordi preliminari per poi giungere alla formulazione degli Accordi di Cooperazione e di Reciprocità tra l’Ordre Souverain des Chevaliers Hugues de Payns, del GM Jean Christophe Masmalet e l’Ordo Sancti Sepulchri dei Cavalieri Bianchi di Seborga OSSCBS, del TMM Gianfranco M. Guerra.
La formulazione di tali accordi è stata visionata ed approvata dallo stesso TMM, dal Cancelliere Generale e dal Siniscalco Generale dell’OSSCBS.
Per dare compiutezza e maggiore solennità a questi atti, il Sommo Consiglio dei Priori dell’OSSCBS, riunitosi in assemblea in data 15 giugno 2017, ha deliberato sia l’approvazione dell’Accordo di Cooperazione sia l’approvazione dell’Accordo di Reciprocità.
Le delegazioni degli Ordini che hanno aderito all’invito si sono radunate presso la sede dell’OSSCBS in Seborga da dove, formati tre differenti gruppi, sono partite per poi ritrovarsi nuovamente insieme nella Piazza San Martino, sagrato dell’omonima chiesa in Seborga, occupando ognuno la posizione loro assegnata.
La cerimonia ha avuto inizio con la resa degli onori all’OSSCBS rappresentato dal TMM Gianfranco M. Guerra, ai Santi protettori dell’Ordine, ai cittadini di Seborga e ai suoi rappresentanti e alle Forze dell’Ordine presenti.
A conclusione della cerimonia gli Accordi sono stati siglati dai rappresentanti degli Ordini sottoscrittori, ognuno in base al proprio incarico e alla propria competenza all’interno dell’Ordine di appartenenza, apponendo sigillo e firma negli attestati a comprovazione della bontà degli stessi.