INAUGURAZIONE DELLA DELEGAZIONE ITALIANA DELLA CASA IMPERIALE CANTACUZENE DI BISANZIO

Sabato 23 febbraio 2019 a Cuggiono, in provincia di Milano, si è svolta la Cerimonia di presentazione della Delegazione Italiana della Casa Imperiale Cantacuzene (Kantakouzenos, Cantacuzeni, Cantacuzini, Cantacuzino) di Bisanzio, Voivodi di Valacchia, Transilvania e Moldavia.
Capo della Casa Imperiale è SAI il Principe Basileus Vladimir Alexandrovich GorshkovCantacuzene.

La Casa Imperiale Cantacuzene è ufficialmente riconosciuta dal Patriarcato Ecumenico Ortodosso di Costantinopoli, dal Patriacato Ortodosso Russo di Mosca e dalla Chiesa Ortodossa di Romania.
Il Delegato nominato per l’Italia è Sua Eccellenza il Sevast Padre Claudiu Cocan, giovane sacerdote transilvano e Parroco della Chiesa Ortodossa romena in Italia.
Nella sua Parrocchia di San Paisio a Cuggiono, Padre Claudiu ha celebrato la Santa Messa Ortodossa in lingua italiana e rumena, alla quale hanno partecipato tutti gli ospiti della Cerimonia.
Nel suo impegno da Delegato, Padre Claudiu sarà affiancato dalla Baronessa Lucia Chelcea e dall’ing. Romolus Popescu, Presidente dell’Associazione Romeni in Italia.

La partecipazione del Console della Romania, l’Avvocato Iulia Adriana Cupsa Kiseleff del Consolato Generale di Romania di Milano, ha conferito all’importante Cerimonia il giusto grado di ufficialità.
Fra gli illustri ospiti si annoverano il Barone Roberto Jonghi Lavarini, in rappresentanza della Associazione Culturale Internazionale Aristocrazia Europea, Mandilosani Lali Panchulidze Aznauri Zostepatrikia, in rappresentanza della Unione della Nobiltà Bizantina, il Conte Enzo Modulo Morosini di Risicalla e Sant’Anna Morosina, il Marchese Piero Malatesti dei Malatesta di Rimini, il M.G. Cav. Gianfranco M. Guerra e il Siniscalco generale Cinzia Lai, in rappresentanza dell’Ordo Sancti Sepulchri dei Cavalieri Bianchi di Seborga OSSCBS, il Conte Massimo Paltrinieri di Carpi, in rappresentanza dell’Ordine Capitolare dei Cavalieri della Concordia.

Conclusa la Cerimonia è stato condiviso un pranzo con degustazione di piatti appartenenti alla tradizione culinaria Rumena.